July 12, 2020
You can use WP menu builder to build menus

“Sulle ali di un vento generoso di maestrale, con punte di 20 nodi, i partecipanti alla Marsili Race, ultima tappa della Regata delle Torri Saracene, sono partiti da Marina di Camerota alle 11:25 del 9 giugno. Una traversata da record, tanto che si sono registrate punte di velocità di oltre 10 nodi, in una zona generalmente poco ventosa”, si legge nel sito ufficiale del circolo organizzatore.

Da Marina di Camerota a Gizzeria, dopo aver navigato per 79 miglia impegnative e con un vento in poppa che ha accompagnato i regatanti lungo le coste della Campania, della Basilicata e della Calabria è Essenza CVL-Cetraro la prima barca che ha tagliato la linea di arrivo posizionata nelle acque di Gizzeria.
Il Queen 34 si è presentato sul traguardo alle 21:13, dopo 9 ore e 48 minuti di navigazione, quasi un’ora prima della seconda imbarcazione.
Non sono bastati, però, alla barca targata CVL i 55 minuti di vantaggio sul glorioso Duffy di Enrico Calvi, forte della sua esperienza di velista navigato, che ha sulle spalle partecipazioni a regate ben più impegnative come la Middle Sea Race e la Giraglia, per vincere la gara anche in tempo compensato. Essenza CVL-Cetraro si è vista sfilare il primo posto nella classifica finale per soli 3 minuti. Resta comunque la soddisfazione della “Line of Honour”, e il secondo posto, comunque un buon esordio. E poi, “come dimenticarsi – fanno sapere dal Team – dell’accoglienza proprio nelle acque antistanti Cetraro, di un banco di delfini che ci ha accompagnato per un breve tragitto, giocando sulla prua di Essenza!”. Al terzo posto si è piazzato il veloce Este 24 “Vaco a Viento” di Domenico Abbate (Regata delle Torri Saracene asd, 11 ore e 15 minuti, equipaggio a due).
Dominio in tempo reale del Centro Velico Lampetiaanche nella categoria ORC Gran Crociera, che ha visto il Bavaria 40 “Alfran” dell’armatore Oscar Serafini chiudere la regata in 10 ore e 36 minuti, ma per via dei tempi compensati risulta secondo nella classifica finale. Buon esordio anche per “Anna”, dell’armatore del CVL Lampetia Salvatore Canonaco, che ha chiuso la regata a bordo del suo Sun Odissey 409 dopo 10 ore e 46 minuti. Primo di categoria in tempo compensato Gino Paoletti della LNI Pozzuoli, a bordo di Tattoo.
La prova Marina di Camerota-Vibo, è stata organizzata dalla Regata delle Torri Saracene asd e dal Circolo Velico Santa Venere.
La premiazione della Marsili Race si è svolta a Vibo in concomitanza con la consegna dei premi relativi al Campionato d’altura di Vibo e della presentazione della V edizione della Cyclops Route, regata organizzata dal Circolo Velico Santa Venere di Vibo, presieduto da Gianfranco Manfrida.

No Comments