December 5, 2020
You can use WP menu builder to build menus

L’imbarcazione di Reggio ha avuto la meglio su quella del team del Centro Velico di Cetraro. Terza Damanhur del club di Vibo.  Un campionato molto particolare perché non ha fatto registrare una leadership forte ma, anzi, è stato incerto nel risultato finale fino all’ultima tappa.

Profilo è il nome dell’imbarcazione che si è aggiudicata il Campionato del Tirreno Meridionale vela d’altura, iniziato in ottobre, la cui tappa conclusiva si è svolta nelle acque del Golfo di Sant’Eufemia, in provincia di Catanzaro, dinnanzi al parco balneare Hang Loose Beach che ha ospitato l’evento sportivo. Il team  dello Reggio CalabriaYachting Club  si è lasciato alle spalle Vela Azzurra II, del Circolo Velico Lampetia di Cetraro, arrivata seconda, e Damanhur, del Santa Venere di Vibo Marina, organizzatore del campionato, arrivata terza. 
Finale da cardiopalmaUndici le regate complessive, 20 le imbarcazioni che hanno preso parte a questo dodicesimo campionato invernale, tutte calabresi. In mare a gareggiare quindi 20 team per un totale di almeno 150 atleti. Nella regata finale, quella di Gizzeria, alla partenza si sono presentate 14 imbarcazioni. Un campionato di Vela d’altura molto particolare quello andato in scena quest’anno perché non ha fatto registrare una leadership forte ma, anzi, è stato incerto nel risultato finale fino all’ultima tappa. E, cosa che non accadeva da molti anni, le due imbarcazioni arrivate prima e seconda,cioè Profilo e Vela Azzurra II,sono arrivate all’ultima regata con lo stesso punteggio finale. A fare la differenza, quindi, sono state gli handicap da pagare per la differenza di grandezza, ma anche di tecnologia (in pratica la barca più grande giunta prima “sconta” e paga dazio nei confronti di quella più piccola, giunta alla sue spalle).
La vela calabrese tra barche e kitesurfA giugno la vela calabrese sarà impegnata in una tappa del campionato italiano di vela d’altura che partirà da Vibo e farà ilgiro delle Eolie in navigazione continua, quindi anche di notte, per un percorso di circa 120 miglia. Mentre Gizzeria e il parco balneare Hang Loose Beach, in luglio, ospiteranno il Campionato Europeo di Kietsurf e quello italiano di windsurf.

No Comments